Carrello 0
Sconto!
I castelli perduti del Lazio... e i loro segreti

I castelli perduti del Lazio… e i loro segreti ,

Le leggende popolari, l’arte e la letteratura e in tempi più recenti il cinema, hanno raccontato i manieri in rovina come luoghi magici e misteriosi, consegnandoli per sempre all’immaginario collettivo. Nel Lazio i ruderi di rocche, castelli e fortezze costituiscono un elemento importante nel patrimonio monumentale. La guida, nel tracciare un itinerario dedicato ai “fortilizi perduti” del Lazio, vuol porre in evidenza la loro straordinaria varietà architettonica e paesaggistica: dalle solitarie e silenziose rocche della Tuscia, ai ruvidi e turriti castelli della Sabina e del Cicolano, dalla sognante e malinconica Ninfa, alle possenti fortezze della Ciociaria. Percorrere questo Lazio spesso “dimenticato” equivale a riscoprire una terra dal fascino incomparabile, che offre una miriade di paesaggi “antichi” in cui le rovine storiche sono un elemento costante. La guida, scritta da due profondi conoscitori del territorio laziale, fornisce indicazioni precise e dettagliate su come raggiungere i luoghi, spesso isolati ed altrimenti difficili da visitare; particolare attenzione è inoltre conferita ai dintorni e alle possibilità escursionistiche dei siti descritti, nonché alle tradizioni artigianali, al folklore e ai prodotti enogastronomici delle diverse zone, al fine di suggerire veri e propri itinerari turistici di uno o più giorni.

19,00 16,15

ID Prodotto: 231 SKU: 978-88-89713-27-3. Categorie , .

Luca Bellincioni

Nato a Roma il 13 ottobre 1977, Luca Bellincioni ha svolto sin da giovanissimo molteplici attività nell’ambito della cultura e dell’arte. E’ autore di numerosi articoli e saggi brevi di argomento storico, filosofico, sociologico ed ecologista, pubblicati su riviste e siti internet a carattere locale e nazionale. Escursionista e fotoamatore, si è interessato particolarmente alle aree agricole e naturali e ai piccoli centri del Lazio e del Centro Italia, che lo hanno portato a maturare una vasta conoscenza del territorio e delle sue valenze storiche, culturali, ambientali e paesaggistiche. Da anni sensibile alle tematiche dell’ambiente e del paesaggio, è inoltre socio fondatore e segretario dell’Associazione Culturale Onlus «Oreas» (finalizzata alla promozione del turismo ambientale ed eco-sostenibile nel Lazio), della quale cura gran parte dei progetti nonché l’archivio fotografico: in quest’ambito ha collaborato all’allestimento di una mostra fotografica documentaria sul patrimonio paesaggistico del Lazio (Paesaggi Laziali), tenutasi presso la Biblioteca Comunale di Aprilia (LT) nel settembre 2005. Alcune sue foto sono pubblicate su numerosi siti web anche di stampo internazionale (www.parks.it, www.trekearth.com, www.panoramio.com). Per la casa editrice «Eremon» ha già pubblicato la guida Lazio, i luoghi del mistero e dell’insolito. Nel febbraio 2008 ha creato il blog Ambiente e paesaggio2000 (ambientepaesaggio2000.splinder.com), dedicato allo studio delle tematiche relative alla tutela dell’ambiente e del paesaggio e alla valorizzazione del territorio, e più in generale al mondo della natura, dell’arte e della cultura; nel blog sono pubblicati diversi suoi lavori dedicati allo sviluppo del turismo sostenibile, fra i quali Idee per un Parco Nazionale dell’Etruria, Idee per un Parco Agricolo e Culturale della Sabina e Progetto per la valorizzazione turistica del paesaggio della Tuscia. Attualmente vive in Trentino e, accanto all’attività di insegnante e scrittore, collabora con riviste e siti web di vario argomento (dalla ricerca in ambito storico, alla questione dell’energia, al marketing territoriale).

Daniela Cortiglia

Daniela Cortiglia nasce ad Agropoli (SA) l’1 gennaio 1980. Ha collaborato per un breve periodo con «Il Pontino», quindicinale di Aprilia (LT) per il quale ha scritto, tra gli altri, alcuni importanti articoli di denuncia sul degrado ambientale della città. Fotoamatrice ed escursionista, ha percorso numerosi itinerari in molte delle aree naturalistiche del Lazio, che la hanno portata a maturare una vasta conoscenza del territorio regionale e delle sue valenze ambientali. Ha svolto l’attività di traduttore (italiano/francese) per diversi siti web di promozione turistica locale. E’ socio fondatore dell’Associazione Culturale Onlus «Oreas» e in quest’ambito ha collaborato all’allestimento di una mostra fotografica documentaria sul patrimonio paesaggistico del Lazio (Paesaggi Laziali), tenutasi presso la Biblioteca Comunale di Aprilia nel settembre 2005. Nel medesimo anno, presso l’Università «La Sapienza» di Roma, ha altresì conseguito la laurea in Lettere, con una tesi in Storia delle Istituzioni delle Americhe su H. D. Thoreau e la disobbedienza civile; alcune sue foto sono pubblicate su diversi siti web quali i portali dei parchi naturali italiani e dei laghi del Lazio. Ha pubblicato la guida Lazio. I Luoghi del mistero e dell’insolito, edita dalla casa editrice «Eremon». Nel maggio 2011 ha inoltre redatto un’importante relazione tecnica di impatto ambientale sul progetto di una centrale eolica nel Comune di Bagnoregio, commissionatale dal «Comitato contro l’eolico a Bagnoregio». Attualmente svolge l’attività di scrittrice e collabora a progetti di promozione turistica sul web.

Autore

Daniela Cortiglia, Luca Bellincioni

Genere

Guida, Saggistica

Formato

16 X 23

Pagine

204

Illustrazioni

260 colore

ISBN

978-88-89713-27-3


Video embedding powered by Webilop

Ti potrebbe interessare…

Castel del Monte
Esaurito
I luoghi delle Triplici Cinte in Italia
Esaurito