Bruno Ferrante

Visualizzazione di tutti i 2 risultati

Da sempre interessato ad argomenti storici relativi al Medioevo, appassionato di archeologia e di arti grafiche antiche, dopo aver maturato notevoli esperienze nell’alta oreficeria – collaborando con un noto gruppo della Capitale – approfondisce la conoscenza delle metodologie per la realizzazione di gioielli di grande pregio. Successivamente si dedica alla difficile tecnica per il restauro di gioielli antichi provenienti da alcuni musei internazionali e da collezioni private, e grazie allo specifico e difficile background acquisito negli anni, approfondisce sempre di più i metodi più “segreti” per la loro realizzazione.
In questi ultimi anni – oltre a dedicarsi a studi in ambito universitario presso la Università Pontificia Lateranense, con indirizzo formativo in Storia antica della Chiesa – si è dedicato alla consultazione di strani manoscritti, sacrificando tempo ed energie all’approfondimento di tecniche che possano condurre alla loro decifrazione. Dopo aver consultato antichi tomi e pergamene conservati in varie biblioteche e archivi storici ubicati in molte città europee, si imbatte in un carteggio tra il gesuita Athanasius Kircher – affascinante uomo di Scienza e “tuttologo” vissuto nel XVII secolo – e suoi confratelli residenti nella “magica” Praga.
Viene, così, a conoscenza del “Manoscritto Voynich”, definito “il libro più misterioso del mondo”, rimanendo affascinato dalle strane raffigurazioni e dalla scrittura che non corrisponde ad alcuna lingua conosciuta. Alcune inedite considerazioni sull’autore dello strano manoscritto, sul periodo in cui esso potrebbe essere stato realizzato e sui significati di alcune curiose immagini, sono contenute nell’opera, realizzata insieme al dottor Roberto Volterri, intitolata “I Libri dell’Abisso” (Eremon Edizioni, Febbraio 2014).
Da tali indagini nasce in seguito l’interesse per il Cenacolo Alchemico gravitante intorno alla figura dell’ex regina Cristina di Svezia, del marchese Massimiliano Palombara e della sua “Porta Magica” di Roma, le cui enigmatiche iscrizioni sono forse frutto degli interessi alchemici del medico Francesco Borri. Terminata la stesura de “I Dèmoni dell’Abisso” – libro che vedrà la luce entro alcuni mesi – si sta dedicando ad un terzo lavoro intitolato ”La Musica dell’Abisso”, opera questa che completerà un’apposita Trilogia dedicata ad inconsuete tematiche ove il “mistero” e gli enigmi della Storia appaiono in ogni singola pagina…
Opere edite: I Libri dell’Abisso | Gli stregoni della Musica

  • In offerta!
  • In offerta!