Cart 0

LAZIO: I LUOGHI DEL MISTERO E DELL’INSOLITO

Lazio. I luoghi del mistero e dell'insolito - Guida alla lettura
Lazio. I luoghi del mistero e dell'insolito - Guida alla lettura2
Lazio. I luoghi del mistero e dell'insolito - Guida alla lettura3

Guida alla lettura e piano dell’Opera

Luoghi misteriosi del Lazio. La guida descrive l’intero territorio della regione laziale a esclusione del centro storico di Roma e delle sue appendici “storicizzate” (vi sarebbe viceversa rientrato, ad esempio, il magnifico Quartiere Coppedé), per i quali naturalmente sarebbe necessaria una trattazione a parte.
L’opera, in due volumi, è suddivisa in sei capitoli, che suggeriscono 50 itinerari complessivi tracciati da nord a sud sulla base sia dei caratteri di omogeneità storico-ambientale delle varie zone, sia dei relativi collegamenti viari, delineando così sei diversi soggiorni nel “Lazio segreto”, senza rinunciare alla possibilità di unire in un unico itinerario località trattate in capitoli diversi grazie ai collegamenti suggeriti in fondo alla sezione Nei dintorni.

VOLUME 1
Cap. 1. La Tuscia romana e viterbese.
Cap. 2. La Sabina e il Reatino.
Cap. 3. La Campagna Romana.

VOLUME 2
Cap. 4. I Castelli Romani e i Monti Simbruini.
Cap. 5. La Ciociaria.
Cap. 6. I Monti Lepini, l’Agro Pontino e la Riviera di Ulisse.

Per l’acquisto con sconto vai alla scheda prodotto.

In ogni itinerario spicca un argomento specifico, che identifica e distingue quell’area rispetto alle altre: nel primo capitolo sono descritti alcuni dei “luoghi magici” e dei “paesaggi fantastici” che caratterizzano la Tuscia, forse la zona in assoluto più misteriosa del Lazio; nel secondo capitolo, dedicato alla Sabina, è evidenziata la spiritualità che emana da eremi, conventi e abbazie, assieme ad alcune curiosità naturalistiche; nel terzo capitolo ci si immerge nel fascino di scorci romantici, leggende, siti archeologici e sorprendenti fenomeni geologici appena fuori Roma mentre nel quarto, con cui ha inizio il Volume 2, ci si concentra sulle bellezze celebrate dei Castelli Romani e della Valle dell’Aniene, l’area prediletta dal Grand Tour. Nel quinto capitolo a farla da padrone sono invece le “città dei ciclopi” della Ciociaria, che la leggenda vuole fondate da Saturno; infine, nel sesto capitolo prevale l’attenzione alle numerose tracce lasciate dall’oscuro Ordine dei Cavalieri Templari, sulla scia di antichissime popolazioni. Questa suddivisione, certo utile, non deve però trarre in inganno: in realtà, sarà curioso notare come ognuno degli argomenti affrontati si possa ritrovare lungo tutti gli itinerari, e sarà divertente per il lettore tessere il filo, talvolta sottile e sorprendente, che li lega reciprocamente.
Per ogni Comune inserito nella guida è presente una trattazione (più o meno ampia a seconda dei casi) delle sue valenze culturali e ambientali e dei suoi siti misteriosi e insoliti. Tale trattazione è a sua volta ripartita in diversi paragrafi che rendono la lettura più scorrevole e che permettono un immediato sguardo d’insieme delle “caratteristiche singolari” che contraddistinguono ogni luogo. Alla fine del testo il box Nei dintorni riporta altri luoghi suggestivi nel raggio di 20-25 km che si consiglia di associare all’itinerario in questione.

Buon viaggio!

Lazio. I luoghi del mistero e dell'insolito - Copertina

In questo libro andremo alla scoperta dei luoghi misteriosi del Lazio, una regione dai mille paesaggi e dall’antichissima presenza umana, ricca di storia, arte e natura. È una terra dalle emozioni profonde e “sottili”, estremamente eterogenea e in larga parte ancora sconosciuta ai più: lontana, nel complesso, dalle facili etichette e dai banali stereotipi del turismo moderno. Esiste poi un Lazio affascinante e inesplorato, spesso ignorato dai tour operator e dalle riviste patinate, che tuttavia non mancherà di sorprendere il viaggiatore curioso e avventuroso. Scopri di più, vai alla scheda prodotto.

Lazio: i Luoghi del Mistero e dell’Insolito

Formato: 16×23
Pagine: 284 a colori
Immagini: 364 a colori
Prezzo: 23,90 euro

Scopri di più, vai alla scheda prodotto.